lunedì 26 gennaio 2015

Felice Clemente Trio: "6:35 AM" [Crocevia di suoni Records, 2015]

Felice Clemente (ten, sop); Paolini Dalla Porta (cb); Massimo Manzi (batt). Ospite: Daniele Di Gregorio (vib, mar, #3, #5, #7, #8)

“6:35 AM” è il decimo album di Felice Clemente e segna un passaggio importante del suo percorso artistico e di vita, dal momento che il titolo si riferisce all’ora di nascita di sua figlia. Per l’occasione il sassofonista lombardo sceglie di avvalersi della collaborazione di musicisti dallo spessore assoluto come Paolini Dalla Porta al contrabbasso e Massimo Manzi alla batteria, ai quali si unisce Daniele Di Gregorio, vibrafono e marimba, ospite in quattro brani. Riguardo la pubblicazione dell’album, Felice Clemente ne ha spiegato le motivazioni, lo spirito e le intenzioni: «C’è la volontà di cercare di andare oltre, senza adagiarmi su ciò che si è già fatto e sperimentato, “rischiando”, senza dare nulla per scontato, sia nelle composizioni, sia nelle strutture, sia nei ruoli, mantenendo però intatti la missione e il desiderio di toccare le corde più sensibili dell’ascoltatore, attraverso la cantabilità e la liricità delle melodie, supportate dalla varietà timbrica e ritmica». Motivi che si rintracciano già nel brano d’apertura, Enjoy It, un titolo programmatico dove Clemente dà fondo alla sua forza espressiva, attraverso soli comunicativi, lineari, disegnati con l’intento di riflettere in maniera costante un’idea di bellezza. La scaletta conosce momenti di profondo lirismo, vedi To Sara, e situazioni fortemente caratterizzate dalla voglia di proporre immagini, far affiorare sentimenti e sensazioni, come in Mal d’Africa.

Enjoy It / Canguri urbani / To Sara / The Wave / Mal d’Africa / Secret Love / Minoranze / Triade / The River

venerdì 23 gennaio 2015

Metastasio Jazz 2015, Prato: il programma

Con l'edizione 2015 la rassegna Metastasio Jazz, in programma al Teatro Metastasio di Prato a partire dal 29 gennaio, festeggia vent’anni di attività, e lo fa con un programma d’eccezione che include diversi artisti del grande jazz contemporaneo, come Craig Taborn e Ravi Coltrane, con un incontro tra Italia e Europa, grazie al progetto di Francesco Bigoni, e suggellando una nuova collaborazione con la Camerata Strumentale Città di Prato, con il quintetto del trombettista Enrico Rava.

Inoltre, il programma prevede degli eventi collaterali a ingresso gratuito: la conferenza di Stefano Zenni “Coleman Hawkins e Lester Young: storie parallele del sax tenore”; Fabrizio Puglisi piano solo, per il centenario della nascita di Billy Stayhorn; la presentazione del DVD “Jazz e altre visioni” di Gianni Amico con Olmo Amico.

Info: il programma completo dell'edizione 2015

Caterina Palazzi Sudoku Killer: Il nuovo album "Infanticide" in uscita il 26 gennaio per Auand

A quasi cinque anni di distanza dal suo primo lavoro con la formazione Sudoku Killer, la contrabbassista Caterina Palazzi torna con un nuovo album dal titolo "Infanticide", edito da Auand. Seguirà un tour mondiale di oltre cinquanta date tra Italia, Norvegia e Stati Uniti.

Formazione: Antonio Raia, sax tenore; Giacomo Ancillotto, chitarra; Caterina Palazzi, contrabbasso; Maurizio Chiavaro, batteria.

Tracklist: 1- Sudoku Killer (11:08) / 2- Hitori (11:01) / 3- Nurikabe (4:38) / 4- Futoshiki (10:26) / 5- Masyu (12:13).

Francesco Cafiso: il 31 gennaio in concerto al Parco della Musica di Roma

Francesco Cafiso sarà in concerto sabato 31 gennaio, alle ore 21.00, presso la sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Muisca di Roma. Il sassofonista siciliano presenterà il suo nuovo album “La Banda”, uno dei tre dischi in uscita all’interno del suo nuovo lavoro discografico, il primo costituito interamente da sue composizioni originali, dal titolo “3”. Si tratta di tre album profondamente diversi, per forma e stile, “La Banda”, “20 Cents per note” e "Contemplation", che usciranno in contemporanea il 3 marzo e in cui troveremo Francesco Cafiso nelle vesti di compositore, arrangiatore e concertatore, oltre che di musicista già riconosciuto tra i più grandi al mondo.

info: www.auditorium.com – ingresso: 22 euro

lunedì 19 gennaio 2015

Petrina: il nuovo album "Roses Of The Day" previsto il 14 febbraio

Petrina pubblicherà il nuovo album "Roses Of The Day" il prossimo 14 febbraio per l’etichetta Tǔk Voice, sezione di Tǔk Music (distribuzione Ducale Music) dedicata alle voci. Petrina è cantante, pianista, tastierista e compositrice capace di sintetizzare con classe visionaria un obliquo e sensuale cantautorato con le sperimentazioni del jazz-rock d'avanguardia e dell'elettronica.

La stima di Paolo Fresu nei suoi confronti risale a diverso tempo fa, ma non si era mai presentata l’opportunità di collaborare, finché nel 2013 Petrina viene invitata al festival Time In Jazz per due concerti, con il suo gruppo e in piano solo. In questa occasione vengono poste le basi per una collaborazione più concreta che ha portato il trombettista a produrre l’album.

Roses Of The Day è una raccolta di interpretazioni per voce e piano di classici del rock, della canzone d’autore e della musica contemporanea. Da sottolineare che il brano che dà il titolo all’album è co-firmato da Petrina e John Cage; il brano è stato depositato dalle Edizioni Peters di New York a doppio nome Cage/Petrina e lo spartito è in stampa ed in via di pubblicazione.

venerdì 16 gennaio 2015

Enrico Zanisi e Mattia Cigalini: nuovo album "Right Now"

Enrico Zanisi e Mattia Cigalini, pubblicano l'album "Right Now", in uscita il prossimo 30 gennaio per la Cam Jazz. Dopo le anteprime ad Alba il 16 gennaio e a Milano il 17, Zanisi e Cigalini presenteranno ufficialmente "Right Now" il 30 gennaio all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Proseguiranno il tour il 31 a Catanzaro, il 1 febbraio a Messina, il 14 a Gradara (PU) e il 26 a Firenze.

Albano Jazz 2015: il programma

domenica 11 gennaio 2015

Enzo Amazio Quintet: “Essence” [Alfa Music, 2014]

Enzo Amazio (ch); Rocco Di Maiolo (sax); Tommy De Paola (pf #1,#2,#6); Francesco Marziani (pf #4,#8,#9); Gennaro Di Costanzo (cb); Corrado Cirillo (b #4,#8,#9); Enzo De Rosa (batt); Sergio Di Natale (batt #4,#8,#9); Agostino Mas (perc #2). Ospite: Gabriele Mirabassi (cl #3,#8,#10)

Con l’album “Essence” si rinnova la collaborazione tra il sassofonista Rocco Di Maiolo e il chitarrista Enzo Amazio, quest’ultimo autore di nove delle dieci composizioni in scaletta. La cifra stilistica ed espressiva del lavoro va rintracciata in un’intervista che il leader ha rilasciato qualche tempo fa, riguardo al suo modo di plasmare e proporre musica: «La cantabilità penso sia una caratteristica quasi innata. Io e Rocco ci siamo sempre ispirati alla musica fiatistica o vocale, lavorando molto con i cantanti. Probabilmente questo ci ha portato a sviluppare un senso melodico anche in generi diversi dal jazz». “Essence” vive di melodie sempre chiare e leggibili, attorno alle quali si annodano i temi proposti, sia che si tratti di atmosfere pensose e melanconiche, vedi quelle che segnano l’iniziale 2014, sia in passaggi dove emerge un groove più denso e profondo. Amazio mostra una tecnica sopraffina, sempre incline alla funzionalità di gruppo, e ad ampliare la forza timbrica ed espressiva di “Essence” interviene in tre brani Gabriele Mirabassi.

2014 / Dolce Napoli / 1967 / Mille baci / Irreversibile / In & Out / Mr. John / Essence / Reflection / Song For Gabriel

venerdì 9 gennaio 2015

Collettivo Monk: primo album "Ugly Beauty" il 2 febbraio

Il Collettivo Monk pubblicherà il primo album "Ugly Beauty" il 2 febbraio. L’album sarà la prima pubblicazione della neonata Honolulu Records, etichetta indipendente creata da alcuni componenti del gruppo insieme ad altri musicisti della scena jazz milanese, un gruppo di artisti con una visione musicale condivisa.

Collettivo Monk

William Parker: presenta in nuovo album a Brooklyn

William Parker presenterà il suo nuovo lavoro il prossimo 17 gennaio al Roulette di Brooklyn, New York City. Sarà il Transformational Music Ensemble, guidato dal sassofonista Keir Neuringer, a interpretare la musica di “Yes I Dream of Freedom”, una delle cinque parti che compongono la nuova opera “Flower In A Stained Glass Window".

More: William Parker

giovedì 8 gennaio 2015

Fabio Morgera & NYCats: “Ctrl Z” [Alfa Music, 2014]

Fabio Morgera (tr, voc #2, arranging, conducting); Stacy Dillard (sop #1,#3); Josh Roseman (trn #1); David Gibson (trn #1); Jason Jackson (trn #1,#5,#7); Orrin Evans (pf #4,#5,#7, synth #7); Charles Blenzig (pf el, pf #2,#3); Brian Charette (organ); Richard Padron (ch el #7); John Benitez (b el #5,#7); Gianluca Renzi (b el #1,#2,#3); Jeremy “Bean” Clemons (batt #5,#7); Brandon Lewis (batt #1,#3); Samuel Torres (perc #1); Carlos Maldonado (perc #1,#4,#5,#7)

All’interno del booklet di “Ctrl Z”, oltre ai preziosi interventi di Luca Civelli e Nicola Gaeta che ne descrivono intenzioni e significati, troviamo la dedica che Fabio Morgera fa alla memoria di Lawrence D. “Butch” Morris. Ed è proprio dagli insegnamenti del maestro della conduction che Morgera ricava l’organizzazione sonora dei NYCats, sigla dietro la quale troviamo un nutrito gruppo di musicisti che, durante la scaletta dell’album, entrano e escono di scena andando a formare una sorta di puzzle sonoro difficilmente identificabile, e che sfugge, in maniera intenzionale, a ogni tentativo di incasellamento stilistico. L’ensemble disegna nell’iniziale Illegal Immigration Started In 1942 una tela dalla forte impronta elettrica e percussiva, rafforzata dalla presenza dei fiati, mentre in Thalassocentric e in Prayer To The Microscopic Gods, dove si creano atmosfere più essenziali, è lasciato maggiore spazio al leader, capace di melodie cantabili. Nel suo insieme l’album emana soluzioni espressive di natura sempre diversa, dando costantemente la sensazione di continuo divenire, di trasformazione creativa e funzionale.

Illegal Immigration Started In 1942 / Prayer To The Microscopic Gods / Uno screzio con Borghezio / Thalassocentric / Ius soli (Dance To The Tribes) / Cessate il fuoco / Privatize This

La conduction secondo Fabio Morgera:

«Il progetto “Ctrl Z” è nato nel 2011, quando ancora vivevo stabilmente a New York City e suonavo settimanalmente con la Nublu Orchestra diretta da Butch Morris. È stata principalmente la conduction di Butch a ispirarmi per immaginare una formazione allargata, con cinque fiati e tre tastiere. Considero la conduction l’ultima grande innovazione della musica afro-americana e direi di tutta la musica, perché non definisce un genere o uno stile, ma è solo uno strumento, una tecnica di improvvisazione guidata che è applicabile in tutti i tipi di musica. Butch, ad esempio, dirigeva orchestre di musica europea come di musica afro-americana, e si spinse perfino a fare conduction con un gruppo di poeti... Sebbene il risultato era spesso molto contemporaneo e dissonante, ci sono modi di utilizzarla anche all'interno di strutture o progressioni armoniche ben precise. Ognuno dei “discepoli” di Butch Morris usa la conduction in modo personale, e così anch’io ne faccio un uso particolare. Nel caso specifico di questo lavoro, la utilizzo in introduzioni, interludi o code ai vari tempi funky, swing o latini di cui mi servo usualmente per le mie composizioni. Chiedo ai miei musicisti di prestare molta attenzione, perché mi piace sorprendere l’ascoltatore passando all’utilizzo della conduction in qualsiasi momento durante l’esecuzione di un brano specifico».

mercoledì 7 gennaio 2015

Christian Scott: il nuovo album in lavorazione a Berklee

Il trombettista Christian Scott è tornato al Berklee College, dove è stato studente, per registrare il suo nuovo album, presso lo Shames Family Scoring Stage, il nuovo studio di Berklee, al 160 di Massachusetts Avenue, Boston. Questa reistrazione sarà la prima in assoluto di un musicista non iscritto o stipendiato dal college.

More: Berklee College

martedì 6 gennaio 2015

Vijay Iyer: al The Stone di New York dal 20 al 25 gennaio

In attesa dell'uscita del nuovo album "Break Stuff", previsto per il 10 febbario, Vijay Iyer sarà artista residente al The Stone di New York City dal 20 al 25 gennaio. Il club newyorkese ospiterà dodici set del pianista, il quale sarà impegnato in diverse formazioni e con molti musicisti come, tra glialtri, Reggie Workman, Tyshawn Sorey, Himanshu Suri e Sunny Jain.

more: The Stone

lunedì 5 gennaio 2015

Denny Zeitlin: concerto in piano solo trasmesso in streaming

Un concerto di pianoforte solo di Denny Zeitlin andrà in onda l'8 gennaio, tramite il programma radiofonico "In The Moment" condotto da Jim Bennett, sulla stazione di San Francisco KCSM (91.1 FM o su Internet all'indirizzo kcsm.org). Il concerto è stato registrato presso il Piedmont Piano Company a Oakland, California, ed è incentrato su rivisitazioni del repertorio di Wayne Shorter.

more: kcsm.org

domenica 4 gennaio 2015

Marco Pacassoni Quartet: “Happiness” [Alfa Music, 2014]

Marco Pacassoni (vib, mar); Enzo Bocciero (pf, tastiere); Lorenzo De Angeli (b semi ac); Marco Pantaleoni (batt, perc) – Ospite: Michel Camilo (pf #5)

Sette brani autografi, ai quali se ne aggiungono due del pianista Enzo Bocciero, compongono la scaletta di “Happiness”, l’album che Marco Pacassoni realizza insieme la suo quartetto, e nel quale partecipa anche Michel Camilo come ospite nella traccia Michel a lui dedicata. Lo stesso Camilo rimarca, in una nota di copertina, l’attitudine di Pacassoni nell’elaborare temi freschi e molto personali, nei quali il vibrafonista disegna linee melodiche sempre cantabili, mai scontate e caratterizzate da un’apertura timbrica incline a soluzioni di varia natura. Durante l’ascolto si avverte un’atmosfera di estremo equilibrio, ottenuta grazie a un attento lavoro formale, dove è l’alternanza di parti scritte e slanci improvvisativi che fa emergere le qualità dei singoli musicisti chiamati in causa. Di grande impatto emozionale risulta la ballad Lullaby For Blondie, giocata su momenti di silenzio e note sospese, mentre l’iniziale Two Shades Of Happiness rivela la forza d’insieme del quartetto, capace di un’espressività ricca di sfumature e carica di quella “felicità artistica” che il titolo dell’album lascia intendere.

Two Shades Of Happiness / Metropolis / On The Riverside / Lullaby For Blondie / Michel / Driving South / Mimu / Memory Tricks / Mi concede un ballo?

sabato 3 gennaio 2015

Bob Dylan: nuovo album a febbraio basato su standard di Frank Sinatra

Uscirà il prossimo 3 febbraio, su etichetta Columbia, il nuovo album di Bob Dylan, incentrato su brani resi famosi da Frank Sinatra. La scaletta di "Shadows In The Night" si compone di dieci tracce, quattro delle quali sono contenute nel lavoro pubblicato da Sinatra nel 1957 dal titolo "Where Are You?". Questa la scaletta annunciata: I'm a Fool to Want You / The Night We Called It a Day / Stay With Me / Autumn Leaves / Why Try to Change Me Now / Some Enchanted Evening / Full Moon and Empty Arms / Where Are You? / What'll I Do / That Lucky Old Sun

more: http://www.bobdylan.com/us/home

venerdì 2 gennaio 2015

Michael Brecker Cancer Benefit Concert: il 20 gennaio al Jazz at Lincoln Center di New York

Si terrà il prossimo 20 gennaio, presso il Jazz at Lincoln Center di New York City, il "The Nearness of You Concert", l'evento di beneficenza per la ricerca sul cancro e in ricordo del sassofonista Michael Brecker, morto per le complicazioni di leucemia nel 2007. Tra i partecipanti figurano Paul Simon, James Taylor, Bobby McFerrin, Dianne Reeves, Randy Brecker, Mike Mainieri, Joey Calderazzo, Jack DeJohnette, Ravi Coltrane, John Patitucci, Antonio Sanchez, Adam Rogers, Steve Wilson, Alex Sipiagin, Robin Eubanks, Chris Komer, Roger Rosenberg, Joyce Hammann, Mark Feldman, Lois Martin e Dave Eggar.

more: JALC